Neurobase.it
XagenaNewsletter
Tumori testa-collo
Xagena Mappa

Natalizumab ( Tysabri ) è un trattamento efficace nella sclerosi multipla recidivante-remittente. Tuttavia, soprattutto a causa del rischio di leucoencefalopatia multifocale progressiva ( PML ), una p ...


Nello studio CLARITY della durata di 2 anni, le compresse di Cladribina ( Mavenclad ) hanno migliorato significativamente i risultati clinici e di risonanza magnetica ( MRI ) rispetto al placebo nei p ...


La compromissione della funzione dell'arto superiore è comune nella sclerosi multipla primariamente progressiva ( PPMS ). Una analisi esplorativa ha esaminato gli effetti di Ocrelizumab ( Ocrevus ) ...


Si sono verificate riduzioni reversibili delle conte dei linfociti dopo il trattamento con Daclizumab beta ( Zinbryta ) per la sclerosi multipla recidivante-remittente. Sono stati analizzati i livel ...


Sono pochi gli studi comparativi che hanno valutato l'efficacia nel mondo reale delle scelte iniziali di trattamento modificante la malattia ( DMT ) per la sclerosi multipla recidivante-remittente ( R ...


Sebbene siano disponibili diversi trattamenti modificanti la malattia per la sclerosi multipla recidivante, gli effetti del trattamento sono stati più modesti nella sclerosi multipla progressiva e son ...


È stata valutata l'efficacia di Sativex, spray oromucosale a base di Tetraidrocannabinolo ( THC ) : Cannabidiolo ( CBD ), come terapia aggiuntiva al trattamento standard antispastico ottimizzato nei p ...


Il Dimetilfumarato ( DMF; Tecfidera ) e la Teriflunomide ( Aubagio ) sono trattamenti per os che modificano la malattia nella sclerosi multipla recidivante-remittente. Gli studi di fase 3 hanno dimo ...


A causa della recidiva dell'attività della malattia nei pazienti con sclerosi multipla, è stato suggerito un periodo di washout inferiore a 3 mesi per il passaggio da Natalizumab ( Tysabri ) a Fingoli ...


Le cellule B possono essere coinvolte nella fisiopatologia della sclerosi multipla. Inebilizumab ( precedentemente MEDI-551 ) si lega ed esercita deplezione delle cellule B CD19+. L'obiettivo dello ...


La sclerosi multipla è una malattia infiammatoria degenerativa del sistema nervoso centrale ( SNC ), caratterizzata da distruzione immuno-mediata della mielina e perdita progressiva neuroassonale. ...


Alemtuzumab ( Lemtrada ), un anticorpo anti-CD52, ha dimostrato di essere più efficace dell'Interferone beta-1a nel trattamento della sclerosi multipla recidivante-remittente, ma la sua efficacia risp ...


E' stato valutato l'effetto della Teriflunomide ( Aubagio ), un immunomodulatore orale che si assume una volta al giorno, utilizzando la metodica SIENA ( valutazione dell'immagine strutturale utilizza ...


Le cellule B influenzano la patogenesi della sclerosi multipla. Ocrelizumab ( Ocrevus )è un anticorpo monoclonale umanizzato che causa deplezione selettiva delle cellule B CD20+. In due studi ...


Una comprensione in evoluzione della immunopatogenesi della sclerosi multipla suggerisce che la deplezione delle cellule B potrebbe essere utile per il trattamento. È stato studiato Ocrelizumab ( Ocr ...